10.10.2015 

Esercitazione Acheolus: a Vicenza WeSenseIt supporta la protezione civile 

 

In campo i tecnici dell’Autorità di bacino con 200 volontari per l’esercitazione sul rischio idraulico 

 

Nell'ambito del progetto europeo Achelous - Action of contrast to hidraulic emergency in local urban site- si è svolta sabato 10 ottobre a Vicenza e a Montegalda un’esercitazione internazionale di Protezione Civile per la gestione del rischio alluvione. L’esercitazione, organizzata dalla Protezione Civile dei Comuni del Distretto Locale del Rischio idraulico LRD – Local Risk District (Vicenza, Caldogno, Longare, Montegalda, Montegaldella), con il contributo dell’Autorità di Bacino dei fiumi Isonzo, Tagliamento, Livenza, Piave e Brenta-Bacchiglione quale partner del progetto europeo di ricerca WeSenseIt (FP7-ENV-2012 n°308429), rientrava nell'ambito del progetto europeo di protezione civile finalizzato all’individuazione e sperimentazione di nuove soluzioni per prevenire e contrastare i rischi idraulici e idrogeologici. In particolare, oltre a rientrare nelle attività di addestramento per le Organizzazioni di Volontariato di Protezione Civile afferenti al territorio del LRD, l’esercitazione è stata un’importante occasione per la condivisione delle conoscenze e delle procedure nel campo della gestione delle emergenze idrauliche tra i Sindaci dei comuni del Distretto e i rappresentanti di sei diversi distretti del rischio di altrettanti Paesi Europei (Croazia, Macedonia,Romania, Bulgaria, Grecia, Ungheria).

 

Molto importante in questo contesto è stato il contributo, dell’Autorità di Bacino dei fiumi Isonzo, Tagliamento, Livenza, Piave e Brenta-Bacchiglione, che ha illustrato a Sindaci e partner di progetto, l’utilizzo e il funzionamento delle tecnologie sviluppate nell’ambito di WeSenseIt, in grado di offrire alla Protezione Civile un valido supporto nell’espletamento delle azioni previste dai Piani di Gestione delle Criticità Idrauliche, migliorandone coordinamento e gestione, e di supportare la creazione di Osservatori di Cittadini sul tema dell’acqua, fornendo tecnologie (applicativi e portali web) per il coinvolgimento dei cittadini nell’ambito di un’emergenza e per la gestione delle informazioni provenienti dall’Osservatorio.

 

Nell’arco della mattinata si è svolta la prima sessione dell’esercitazione, nelle zone a rischio esondazione del centro storico di Vicenza, che ha visto in campo 50 volontari impegnati nella sperimentazione della tecnologia WeSenseIt, ed in particolare di un applicativo per smartphone mediante il quale si razionalizza la gestione delle azioni di Protezione Civile, consentendo alle squadre in campo di comunicare l’avvenuta presa in carico delle azioni e la conclusione degli interventi. Parallelamente è stata sperimentata la tecnologia WeSenseIt sviluppata a servizio del cittadino: un applicativo per smartphone che consente di inviare utili informazioni (es. video; segnalazioni di allagamenti, esondazioni, sifonamenti; immagini; dati di monitoraggio ambientale) alle autorità durante l’emergenza e di ricevere segnalazioni dalle autorità in merito alla propria sicurezza (es. notifica di accesso in area soggetta a rischio idraulico).

 

Anche durante la seconda sessione svoltasi a Montegalda (dove il programma prevedeva il salvataggio di una persona nel fiume e la ricerca di dispersi attraverso l'uso di drone e unità cinofile),  cittadini e operatori, grazie alle tecnologie WeSenseIt hanno monitorato le attività e inviato segnalazioni e letture dei livelli nel fiume, consentendo al Centro Operativo di seguire in tempo reale l’evoluzione dell’evento nel territorio.

 

La dimostrazione delle migliori pratiche che un importante contesto della realtà veneta sta adottando nella gestione del rischio idraulico, ed in particolare delle tecnologie WeSenseIt messe in campo, ha destato vivo interesse nei Sindaci, presenti nella loro veste di massime autorità locali di Protezione Civile. La tecnologia messa a disposizione si è dimostrata un’opportunità per i cittadini di diventare parte attiva nella comunicazione delle informazioni, e per assumere il ruolo, come ha sottolineato il Sindaco di Vicenza Achille Variati, “di sentinelle del territorio”.

 

La partecipazione all’evento ha permesso di confermare e rappresentare il fattivo contributo che l’Autorità di bacino può dare nel presidio del territorio in occasione di eventi alluvionali nell’innovativa ottica europea.